In caso di concordato non è possibile emettere nota di variazione per l’intero importo del credito

Alfa Srl vanta un credito nei confronti di Beta Srl per l’importo di 100.000 euro. Beta Srl è stata assoggettata a procedura di concordato preventivo in data 23 febbraio 2023, con promessa di pagamento del 40% dell’importo del credito vantato. Si chiede se sia possibile emettere nota di variazione per il recupero dell’imposta addebitata al cliente e quale sia il momento in cui tale nota di variazione possa essere emessa. Valutando improbabile l’incasso di tale credito, si chiede infine se sia possibile stornare l’integrale importo, emettendo poi in futuro una fattura per assolvere l’imposta sull’importo eventualmente incassato. LEGGI LA RISPOSTA…